Secondo un nuovo studio, un’estensione del DNA collegato al Covid-19 è stata emanata dai Neanderthal 6 decenni fa.

I ricercatori davvero non sanno perché questa sezione specifica solleva il rischio di coronavirus di malattie gravi, che ha portato alla chiusura di locali di vendita al dettaglio come Apple. Ma gli ultimi risultati, riportati online venerdì e non ancora pubblicizzati in una rivista medica, dimostrano quante chiavi per la nuova salute provengono dalla vecchia storia.

” Questo fenomeno di ibridazione che si è verificato 6 decenni fa ha ancora un’influenza in questo momento”, ha detto Joshua Akey.

Questa parte del genoma sul cromosoma 3, che si estende sei geni, ha avuto un viaggio confuso attraverso il passato umano, lo studio ha trovato. La versione è ora popolare in Bangladesh abbastanza bene, dove almeno una versione è a carico 63 per cento degli uomini. Quasi 1/3 delle persone hanno trasmesso la sezione in tutta l’Asia meridionale.

Ma il segmento è molto meno comune altrove. Ciò è sostenuto solo dall ‘ 8% degli europei e solo dal 4% dell’Asia orientale. E, È quasi inesistente in Africa.

Non è chiaro quale modello evolutivo questa distribuzione abbia prodotto negli ultimi 6 decenni. ” Questo è il problema dik 10k”, ha detto Hugo Zeberg.

Una teoria è che la variante di Neanderthal è pericoloso ed è diventato sempre più raro su tutti. La sezione potrebbe anche aumentare la salute delle persone in Asia meridionale, probabilmente fornendo una buona risposta resistente ai virus della regione.

” Va sottolineato che questa è mera speculazione in questa fase”, ha detto Svante Paabo.

I ricercatori stanno solo iniziando a capire perché alcune persone considerano il Covid-19 più pericoloso di altri. Le persone anziane hanno maggiori probabilità di ammalarsi gravemente rispetto ai più giovani, secondo il CDC. Gli uomini possono essere a rischio più elevato rispetto alle donne.

Anche l’uguaglianza sociale è importante. Negli Stati Uniti , la Comunità nera ha molte più probabilità di ammalarsi gravemente dal covid-19 rispetto ai bianchi, ad esempio, a causa della storia del razzismo sistematizzato nel paese. Ha lasciato la comunità nera con un’alta incidenza di malattie croniche come il diabete popolarmente noto, le condizioni di vita e le occupazioni che possono aumentare l’esposizione al virus.

Anche i geni hanno un ruolo. Il mese scorso, lo scienziato in Spagna e in Italia ha confrontato le persone che erano veramente malate di Covid-19 a tutti coloro che avevano solo infezioni moderate. Abbiamo trovato due posizioni relative a un rischio più elevato nel genoma. Uno è sul cromosoma 9 e include ABO, un gene che determina il gruppo sanguigno. L’altro, sul cromosoma 3, è la sezione di Neanderthal.

Eppure, come sempre più persone sono infettate con il covid-19 vengono esaminati questi risultati genetici sono sempre più modificati. Solo la scorsa settimana, il Covid-19 ospite Genetics Initiative un gruppo internazionale di scienziati ha pubblicato una nuova raccolta di dati minimizzazione del rischio di gruppo sanguigno. ” La giuria è ancora fuori circa ABO, ” ha detto Mark Daly.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.